Walkman NW-A100TPS Sony: un ritorno al futuro

Walkman NW-A100TPS: Sony regala (si fa per dire, costa parecchio) un nuovo dispositivo a tutti i nostalgici del vecchio Walkman (e non solo). Ma è un vero e proprio “ritorno al futuro”! Così, giusto per rimanere in clima 80’s! 

Si chiama Walkman NW-A100TPS e prende a modello il primo modello TPS-L2 lanciato nel luglio 1979, che ha rivoluzionato un’epoca culturale e commerciale straordinaria: gli anni Ottanta.

E qui, verrebbe proprio voglia di cantare quel famoso, e alquanto fastidioso, ritornello di Gabry Ponte…  Ma, per per vostra fortuna, ci limiteremo solamente a quotarlo perché cade proprio a pennello, no?! Vai, con il tasto PLAY:

Di quando c’era il walkman
E Fiorello al Karaoke
Dei Nirvana e dei Guns
Della musica dance
Ma che ne sanno i 2000
Walkman NW-A100TPS Sony: un ritorno al futuro

Il nuovo walkman presentato all’Ifa 2019 di Berlino

Alt, alt, alt! Adesso però non state a tirare fuori dagli armadi tutte le vostre vecchie music cassette che avete conservato gelosamente per i posteri del 3000 d.C.! Rimettete subito via quei veri reperti archeologici post-moderni! E state a sentire tutte le novità del nuovissimo Walkman NW-A100TPS, presentato in questi giorni all’Ifa 2019, la fiera internazionale delle straordinarie follie tecnologiche conclusa da pochi giorni a Berlino.

Caratteristiche del nuovo Walkman Sony NW-A100TPS

A distanza dal primo lancio, avvenuto esattamente 40 anni fa, ecco a voi una nuova versione, ad edizione limitata, che riproduce SOLO virtualmente il movimento del nastro. Eh già tutto quello che rimane dell’analogico è qui, una mera illusione. Il digitale oramai impera!

I due modelli, quello del 1979 e quello del 2019, sono molto simili solo a livello estetico. Stesso colore blu e argento: da urlo! Nel walkman NW-A100TPS, però, il movimento del nastro è riprodotto dal display HD da 3.2 pollici. Per questo vi consigliavamo di rimettere in cantina le cassette!

Tanta memoria e tanta batteria per un lungo giorno di musica

Spazio di archiviazione fino a 16 GB, riproduce in digitale i formati audio più comuni e, ovviamente, consente l’ascolto della musica in streaming (per fare felici tutti i Millennials e non). La batteria consente un giorno di riproduzione. Per la serie, meno male che le pile stilo sono solo un lontano ricordo: ma quanto si spendeva in pile stilo?!

Walkman NW-A100TPS Sony: un ritorno al futuro

Icona di un’intera generazione… e di un’altra

Ma quando è avvenuto il declino del Walkman? A partire dal 2001 con l’avvento dei lettori cd, la musica digitale e l’iPod. L’uscita definitiva del Walkman dal mercato elettronico fu nel 2010.

La scelta di Sony di rilanciare il prodotto è collegata al rinnovato interesse per il Walkman avvenuto negli ultimi anni da parte dei Millennials e dei nostalgici. Questa fama in parte è dovuta anche ad un film Marvel, amatissimo dai giovanissimi ovvero Guardians of the Galaxy, I Guardiani della Galassia del 2014.

In questa serie di film, Peter Quill, il protagonista, diventa a poco a poco il fortissimo Star-Lord, ascoltando col fedele walkman l’Awesome Mix Vol. 1, la raccolta di hit pop/rock avuta in regalo dalla madre in fin di vita.

Walkman NW-A100TPS Sony: un ritorno al futuro

Il lato A e il lato B della Musica

Il walkman è diventato un vero oggetto cult che non fa che rievocare i meravigliosi anni Ottanta, quelli che la Musica non era solo Spotify o Youtube. Quelli che la musica ancora aveva una consistenza fisica. La toccavi la musica, era una cassetta musicale che aveva un inizio e una fine.

E poi la Musica aveva un lato A e un lato B, ognuno dei quali si poteva riavvolgere all’indietro. Oppure forwardare, che a quei tempi significava semplicemente mandare il nastro in avanti. Ai quei tempi, non ci saremmo mai immaginati che, anni dopo, avremmo usato la funzione forward per inoltrare le email dal nostro personal computer.

E pensare che, ai quei tempi, non sapevamo neanche cosa fosse un computer!

(Manuela Raganati)